Avrei voluto innamorarmi di qualcuno che avrei potuto vedere ogni giorno,che avrei potuto stringere quando volevo, e sentire sempre il suo profumo e la sua voce;ma non è stato così.. Ma sono contenta lo stesso,contenta di averti incontrato,di aver passato quei bellissimi giorni con te,e di essermi sentita come non mi ero mai sentita.. Sei quella persona a cui penso la notte prima di andare a dormire,la mattina,il pomeriggio,a mare,quando esco la sera,quando ascolto la nostra canzone.. Rivederti è l’unica cosa che mi darà pace.. Riassaporare i tuoi baci,sentire il tuo respiro,il battito del tuo cuore accanto al mio,guardarti negli occhi,stringerti in quegli abbracci che vorrei non avessero mai fine..

Mi sveglio con la voglia di vederti,di sentire il tuo profumo. Non vedo l’ora di riabbracciarti. La distanza non è nulla quando due persone si desiderano,si completano. Ma noi forse già lo sapevamo,quello che sarebbe successo tra noi,era facile capirlo: è avvenuto tutto in uno sguardo.

Ed ora mi ritrovo qui,stesa sul letto a pensarti.. È impossibile ormai farne a meno.. . La mia bocca non dimenticherà mai i tuoi baci,il mio corpo risente ormai della mancanza delle tue carezze e dei tuoi abbracci,del tuo modo di stringermi e farmi sentire al sicuro,sempre.
Non preoccuparti,che anche se la mia vita andrà avanti,tu rimarrai una delle cose più belle che mi siano capitate.

Iniziò a piangere,in quel modo che è un modo bellissimo,un segreto di pochi,piangono solo con gli occhi,come i bicchieri pieni fino all’orlo di tristezza e impassibili mentre quella goccia di troppo alla fine li vince e scivola giù dai bordi,seguita poi da mille altre, e immobili se ne stanno lì mentre gli cola addosso la loro minuta disfatta.
A. Baricco